giovedì 27 febbraio 2014

SUI SENTIERI DELLA DISTRUZIONE CI SIAMO MANCA POCO )))

SUI SENTIERI DELLA DISTRUZIONE CI SIAMO MANCA POCO AD OGGI 360 PARTECIPANTI SUL EVENTO FACEBOOK A QUESTO LINK https://www.facebook.com/events/632443120149593/?fref=ts 

Associazione Amici delle Alpi Apuane, Salviamo le Alpi Apuane, No! al traforo della Tambura, Ferma la distruzione delle Alpi Apuane, Salviamo le Apuane , Gruppo Indipiendentes Apuanos, Amici della Terra Versilia , WWF Lucca promuovono per domenica 2 marzo 2014 la terza escursione Sui Sentieri della Distruzione, manifestazione nata per far conoscere e sensibilizzare sul disastro ambientale delle Alpi Apuane. Ci troveremo a Campocecina, vastissima prateria a quota 1345 metri slm (raggiungibile per sentieri e per carrozzabile), tra la zona dei Pozzi, lo Zucco del Latte, il Monte Ballerino ed il Monte Borla. Il luogo è ampiamente panoramico sulla costa, sulle isole dell'arcipelago toscano, sul golfo de La Spezia e sull'Appennino, oltre che sul Pizzo d'Uccello e Monte Sagro. Qui vive la Centaurea Montis Borlae o fiordaliso del Borla, esemplare floreale raro trovato solo alle pendici del Monte Borla. Una ricchezza naturale aggredita da uno dei più grandi scempi visibili sulle Alpi Apuane: il bacino di Torano e l'assalto alle pendici del Monte Sagro sono la rappresentazione in Terra dell'inferno dantesco. Le vie di arroccamento sono moderni gironi infernali dove l'incessante passaggio dei camion testimonia l'ottundimento umano di una condanna alla vita senza paesaggio, senza acqua, senza la bellezza dei fiori, senza la fiera animosa vita delle forme animali. Prima che sia troppo tardi FERMIAMOLI

2 commenti:

Fernando Lazzarini ha detto...

fermiamoli...si può fare

Fernando Lazzarini ha detto...

fermiamoli ...si può fare